«

»

Nov 18

Windows non parte e non sapete come fare a salvare i vostri dati prima di formattare tutto ecco come fare Linux Ubuntu vi aiuta

 

dati persi.jpg

Se il vostro sistema operativo windows non si avvia più, a causa di un un virus preso o un errore inaspettato del sistema in fase di aggiornamento, non abbiate paura, anche in questo campo linux ubuntu vi viene incontro.

Per recuperare i vostri dati è sufficiente masterizzarsi una copia del cd di Ubuntu possibilmente l’ ultima versione, masterizzarla su CD o DVD e avviare il pc con inserito il disco appena masterizzato.

Il sistema si avvierà ed a un certo punto voi potrete decidere se iniziare una nuova installazione o provare il sistema, selezionate la lingua in italiano e poi cliccate su prova Ubuntu.

A questo punto entrerete nel sistema nel file system di ubuntu potrete trovare le vostre cartelle e salvarle su un disco esterno collegandolo alla porta usb vi comaprirà in automatico dul Desktop.

Di solito i vostri dati in windows li torvate dentro la direttori documents and settings, nome vostro utente in windows xp e invece in windows 7, all’ intenro del C torverete la cartella utenti.

Il mondo linux è bello anche per questo riesce a vedere le partizioni windows mentre il contrario non avviene.

Potrebbe anche interessarvi: Nuovo software center in ubuntu oneiric ocelot  Client di posta predefinito thunderbird    Provare ubuntu senza installarlo  Dual  boot senza partizionare il disco  Scaletta di rilascio di ubuntu 12.04 LTS

 

Vedi anche: Ascoltare radio in streaming      Programma per il montaggio video 

 

 Software emule per ubuntu linux   Msn messenger per linux ubuntu 

 

Estrarre file da cd ripper audio   Media player     Gestire i tuoi ftp 

 

Miglior programma di fotoritocco  Ripping cd  Disegno vettoriale 

 

Software per backup

 

 

Windows non parte e non sapete come fare a salvare i vostri dati prima di formattare tutto ecco come fare Linux Ubuntu vi aiutaultima modifica: 2011-11-18T22:21:54+01:00da falchibaiso
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento