«

»

Giu 25

Cisco mette Linux sul router 802.11n

Cisco ha annunciato l’avvento di Linksys WRT160NL, che accoppia per la prima volta nella sua famiglia di router un sistema operativo Linux con la tecnologia wireless 802.11n.

Il nuovo modello è erede del celebre WRT54GL, ed il suo design è praticamente identico a quello di tutti i nuovi router 802.11n di Linksys. Il WRT160NL ha fornisce connettori integrati per l’eventuale aggiunta di antenne esterne e integra la funzionalità Storage Link, che consente agli utenti di connettere i propri dispositivi di memoria USB al router e condividerne i contenuti all’interno della rete locale attraverso il media server compatibile DLNA.

Il media server può comunicare con PC o media adapter digitali UPnP AV. La porta Storage Link integrata supporta file system FAT16, FAT32 ed NTFS sia in lettura che in scrittura.

Grazie al sistema operativo Linux, Cisco afferma che il WRT160NL può essere configurato e personalizzato dagli utenti in modo assai più profondo rispetto a quanto accade con altri router di questa categoria, e ciò senza la necessità di ricorrere a firmware non ufficiali.

Il dispositivo è dotato di una memoria flash da 8 MB, di una memoria DDRAM da 32 MB e di un processore da 400 MHz capace, secondo Cisco, di gestire l’elevato traffico di rete generato dalla tecnologia 802.11n.

“In passato, i nostri router basati su Linux, come WRT54GL e NSLU2, hanno riscosso successo. Oggi il WRT160NL unisce Linux, la tecnologia 802.11n e la funzionalità di memoria USB e secondo noi può rappresentare il successore del WRT54GL in questo momento di transizione del mercato verso l’802.11n, ma con funzionalità di memoria allo stato dell’arte”, ha dichiarato Marco Testi, dirigente di Cisco Consumer Business Group.

Il WRT160NL ha un prezzo al pubblico suggerito di 99 euro.

Tratto da Punto Informatico

Cisco mette Linux sul router 802.11nultima modifica: 2009-06-25T07:54:00+00:00da falchibaiso
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento